Seitan fatto in casa, che cos’è? come si fa?

Non c’è cosa che più mi diverte in cucina che affondare le dita in un bell’impasto e impastare impastare impastare…fare il seitan in casa vuol dire praticamente solo questo! Mi sono divertita un monte!

Molti potrebbero chiedersi: Che cos’è il seitan?

E’ un composto, sodo e compatto, costituito dalla parte proteica (glutinica) della farina di grano. In pratica di sottrae alle farina solo la prate amidacea mantenendo quella proteica che, reticolando dà luogo ad un composto spugnoso, che poi viene cotto. Per approfondimenti sulle proteine contenute nella farina clicca qui. Insaporito con spezie, aromi e simili costituisce la base per la preparazione di svariate e fantasiose pietanze. Viene soprattutto usato in piatti vegetariani, è un modo per chi non mangia carne di assumere proteine.

Come si prepara?

Si prepara un impasto (volendo anche con la macchina per fare il pane), lo si lava varie volte, poi si bolle il composto in un brodo a piacere.

Ecco qua il mio seitan:

INGREDIENTI

per circa 350 g di seitan

1220 g di farina di manitoba

500 g di acqua

per il brodo:

una cipolla rossa

30 g di funghi secchi

due spicchi d’aglio

due carote

una costola di sedano

una tazzina di salsa di soia

sale

spezie a piacimento (pepe, curcuma, paprika, nigella sativa, pepe di Jamaica)

Avete bisogno di

tempo (circa due ore)

braccia forti e volenterose

un panno pulito pulitissimo

una pentola ( a pressione se volete, io preferisco)

PREPARAZIONE

1 – Impastare bene l’acqua con la farina fino a ottenere un impasto omogeneo.

2 – Lasciar riposare 20 minuti minimo.

Questo tempo è necessario al glutine per srotolarsi creare una sorta di rete dentro l’impasto, che lo rende più “forte”. Permette al seitan di essere compatto.

3 – Mettere la palla ottenuta in una ciotola riempita di acqua tiepida e impastare.

L’acqua diventerà sempre più bianca finchè non sembrerà latte, a questo punto dovrete cambiare acqua e continuare a impastare in acqua pulita.

Ripetere questo passaggio finchè l’acqua non smette di sembrare latte, ma diventa solo un po’ torbida. A quel punto ci siamo, sappiamo che abbiamo lavato via praticamente tutto l’amido e abbiamo ottenuto un composto molto spugnoso e leggero, tipo così:

Volendo è possibile impastare spezie, dadi e aromi per dare al sitan un gusto più deciso.

4 – Chiudere il composto spugnoso dentro al panno, bel legato, ben compatto, che non abbia vie di uscita, dandogli la forma che preferite.

5 – Mettere tutti gli ingredienti del brodo in acqua sufficiente a coprire il seitan e un po’ di più, e immergetevelo.

6 – Cuocere in pentola a pressione per 35 minuti

7 – A questo punto il seitan è pronto.

Tolto dal tovagliolo è possibile cucinarlo subito oppure può essere conservato in frigo, intero o a fette, immerso nel suo brodo.

Opinione personale: ok, non sembra carne e non l’ho preparato per far finta di mangiare carne, però sono soddisfatta: ha una consistenza molto particolare e un gusto non evidente, quindi prende bene tutti i sapori che gli si accostano!

a presto per una ricettina a base di seitan!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Download PDF

2 Responses to “Seitan fatto in casa, che cos’è? come si fa?”

  • Nel web ci sono diverse ricette, ma tu hai spiegato egregiamente come si prepara, complimenti!
    L’amido comunque non lo buttare, so essere ottimo per innaffiare i fiori del proprio balcone o giardino :)

    Mimì

  • giovanna:

    Grazie per questa spiegazione chiara e concisa.
    Un’altra fonte attendibile trovata in rete dice di lasciare l’impasto a mollo in acqua una notte per separare bene l’amido dall’impasto. E poi indica una cottura di circa 1h30.
    Che ne pensi?

Leave a Reply

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes
Subscribe
In cucina con me:




Media RSS
Mi ritrovi anche qui: