primi piatti

Risotto gamberi e melanzane

Uf. Fuori piove, son qui da sola e mi sa che mi sto quasi ammalando.

Si, sento proprio quella sensazione dolorante diffusa tipica dello stato che precede il “voglio solo stare a letto perchè mi sento come se pesassi 800 chili più del solito e il mio naso si è improvvisamente trasformato in una fontana da giardino giapponese”.

etciù!

Dove ho messo lo spray al propoli?? Riuscirò mai più a respirare dal naso?? Obbabba, bi serviranno chili di fazzoletti! Ovviamente sono finiti. Sarò costretta a rimpiazzarli con scottex o simili e il mio naso sarà rovinosamente lograto finchè non sembrerò un clown sbiadito. Forse aveva ragione mia  nonna: l’unica mia salvezza sono le fumenta di vino e aceto.

…Vino e aceto? No ok, ancora non sono a quel punto di disperazione. Non precipitiamo le cose.

Considerando che, molto probabilmente, oggi sarà l’ultimo giorno in cui potrò usare le mie papille gustative prima che vengano attaccate dall’inarrestabile morbo autunnale, non c’è niente di meglio che prepararsi qualcosa di super gustoso, in barba al freddo, alla gola arrossata e alla perenne nebbia fiorentina.

Ok, atmosfera:

Luci soffuse, candele al ribes accese, stufina che scalda la stanza (e anche un po’ il cuore), un po’ di musica:

In Love with the Doubt by Dolorean on Grooveshark

Ingredienti per una persona sola sola

80 g di riso da risotto

10 code di gambero fresche sgusciate e pulite

4 – 5 fette di melanzane grigliate

un cucchiaino di concentrato di pomodoro

5 pomodorini freschi

un bicchiere di brodo o vegetale o di pesce

prezzemolo

due spicchi d’aglio

olio d’oliva

sale

pepe

Preparazione

1 – Soffriggere l’aglio a pezzetti grossolani nell’olio.

2 –  Aggiungere le melanzane, il prezzemolo e aggiustare di sale.

3 – Dopo qualche minuto aggiungere anche i gamberi e rosolare per altri 3-4 minuti, poi togliere i gamberi e metterli in un piatto.

4 – Nel frattempo cuocere e scolare al dente del riso.

5 – Aggiungere il riso al soffritto ricco, insieme al concentrato, ai pomodorini tagliati a pezzetti e al brodo.

6 – Finire la cottura del riso, aggiustare di sale e pepe. Aggiungere il prezzemolo fresco e i gamberi.

Adesso un buon bicchiere di vino e relax.

Io mi godo la cena, voi fate come vi pare.

Etciù!

 

Download PDF

Lasagne senza latte

Ecco la ricetta che più turba un intollerante al lattosio. Memore di quanto fossero buone le lasagne della mamma, l’intollerante medio soffre nel doversi astenere dal gustare questo piatto.

Ma qui le cose cambiano.

Ho messo su una ricettina che, pur essendo priva di latte, sembra proprio una reincarnazione della vecchia lasagna casalinga. Tanto che quando l’ho proposta a degli ignari bencapitati, non credevano che il latte non ci fosse. Provare per credere.

Pasta fresca all’uovo, magari fatta a mano fresca fresca, quello fate voi., sugo di carne come più vi aggrada: io ho deciso per un sugo di carne di manzo scelto arricchito con tutti gli aromi dell’orto e qualche funghetto porcino. Ma il punto cruciale è la besciamella, che qui vi presento nella sua forma più minimal: niente latte. Per chi proprio non resiste può provare a usare il latte senza lattosio ma otterrà una preparazione più dolce e sicuramente più pesante da digerire. Io la preferisco così:un

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

Sugo di carne, 400 g minimo

pasta fresca all’uovo fatta in casa, circa 500 g

Parmigiano Reggiano stagionato 30 mesi

 

Per la besciamella:

farina di grano tenero , 6 cucchiai

burro,  due noci

latte di soia, 1 litro

noce moscata macinata, un cucchiaino raso

sale

pepe

 

PREPARAZIONE

 

1 – Sciogliere il burro, senza farlo friggere, in una padella antiaderente.

2 – Aggiungere la farina e mescolare. Otterrete un composto sbricioloso, ma non preoccupatevi.

3 – Tostare per circa 4 minuti a fuoco medio-basso, mescolando di tanto in tanto.

(il composto non deve diventare marrone!)

4 – Mettere il tutto in un pentolino e, fuori dai fuochi, aggiungere piano piano il latte di soia,

mescolando di continuo, evitando la formazione di grumi.

5 -Aggiungere sale, poco pepe e tutta la noce moscata.

6 – Una volta ottenuto un composto liscio, mettere sul fuoco basso e continuare a mescolare piano finchè la salsa non tenderà ad addensarsi.

(evitate che sia ttacchi tutto sul fondo e che bolla. Tenere il fuoco basso)

6 – Dopo svariati minuti la salsa si addenserà, vuoi sapere perchè?

7 – Non fatela addensare troppo che un po’ di liquido ci serve per cuocere la pasta!

8 – In una teglia alternate strati di

pasta (o cruda o leggermente sbollentata per qualche minuto in acqua salata),

sugo, besciamella, parmigiano grattugiato.

9 – Cuocere in forno a 180 ° C finchè non si forma una bella corsticina croccante in supericie.

 

Download PDF

Pancakes alle mele

BUON PANCAKE DAY A TUTTI

e anche buona festa della donna!

Questi sono i sicuramente i miei preferiti!

La cottura combinata padella/microonde li rende incredibilmente soffici e gustosi!

INGREDIENTI

per due persone

due uova intere

una mela gialla tagliata a fettine sottili

lievito istantaneo non vanigliato

tre cucchiai di zucchero di canna

un cucchiaio di caramello liquido

una tazzina di passito

un bicchiere di farina di grano tenero 00

PREPARAZIONE

1 – Sbattere le uova con lo zucchero e il caramello.

2 – Aggiungere il resto degli ingredienti fino a ottenere un impasto cremoso, non liquido o non duro.

(Se necessario aggiungete farina)

3 – Scaldare una padella lievemente unta.

4 – Cuocere .

Per ottenere  dei Pancake più soffici ho fatto così:

prima li ho scottati in padella,

poi li ho messi per 1 minuto a media potenza in microonde,

poi li ho di nuovo scottati in padella.

5 – Vanno serviti caldi e mangiati caldi, con dell’ottima marmellata di more sono perfetti!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...Download PDF
Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes
Subscribe
In cucina con me:




Media RSS
Mi ritrovi anche qui: